Come risparmiare senza rinunciare alla bontà di un caffè espresso.

In alcuni anni le macchine per preparare il caffè con le speciali capsule, hanno conquistato il mercato, e sono diventate un elettrodomestico presente in molte case e uffici. Le ragioni del successo sono la possibilità di bere un caffè come al bar e l’estrema facilità nella preparazione. Ma praticità e velocità si scontravano fino a poco tempo fa con due problemi: i costi elevati delle capsule e il loro impatto ambientale.

Gli italiani sono grandi consumatori di caffè (si stima che l’Italia sia il sesto paese europeo per consumo di caffè).

Secondo un recente studio condotto da Altroconsumo le capsule del caffè usa e getta sono tra i prodotti più inquinanti. Per questo arrivano sul mercato le capsule ‘ricaricabili’. L’invenzione è tutta italiana.


L’usa e getta è inquinante?

L’usa e getta piace, è comodo ma è altamente inquinante. Anche quei cinque minuti risparmiati la mattina per fare il caffè usando le cialde monouso invece della moka hanno un prezzo, in quanto le capsule di alluminio non sono ancora considerate come rifiuto riciclabile (la capsula andrebbe infatti pulita dopo l’uso, il caffè rimasto andrebbe buttato nell’organico e l’alluminio nel contenitore ad esso dedicato), per cui finiscono direttamente nel contenitore di casa dell’indifferenziato, poi in discarica e/o negli inceneritori .

Cosa possiamo fare quindi per cominciare a ridurre i rifiuti che ogni giorno produciamo, in maniera non troppo drastica e senza sconvolgerci eccessivamente la vita?

Capsule ricaricabili

Numerose aziende, sensibili al problema ambientale, hanno studiato e realizzato una pratica soluzione alternativa, ovvero delle capsule ricaricabili, che sono identiche a quelle mono uso, basta solo sciacquarle dopo l’utilizzo ed eccole nuovamente pronte per un nuovo caffè, la durata delle capsule ricaricabili è di circa 250-300 utilizzi (sono state brevettate anche delle capsule in acciaio che in teoria potrebbero essere usate all’infinito).

Come sono realizzate?

Le capsule del caffè ricaricabili sono semplici da usare e lavare, sono dotate di un tappo, aprendolo si può estrarre il caffè rimasto, lavarle, anche in lavastoviglie, e poi riempirle con la nostra miscela preferita, non solo di caffè, possiamo inserire, te, camomilla, ginseng, e tutto quello che più ci aggrada. A fronte di un piccolo sforzo legato al fatto di dover pulire la capsula, questa idea innovativa porta con se tantissimi vantaggi:

  • Risparmio sui costi di circa 80-85% rispetto alle capsule monouso;
  • La possibilità di scegliere la miscela di te o caffè che più si desidera, dai prodotti più costosi e qualitativi ai più economici;
  • Caffè sempre di gran qualità, un espresso come al bar, facile e veloce come sempre;
  • Un aiuto concreto all’ambiente con una forte riduzione dei rifiuti;
  • La possibilità di riempire la capsula ricaricabile con quanto di nostro gusto e portarla con noi da gustare ovunque vogliamo, per esempio alla macchinetta del caffè in ufficio o da amici.

Nella nostra sede OESSE, abbiamo introdotto una macchina con cialde ricaricabili. Dunque largo alle capsule ricaricabili buone sia per noi che per l’ambiente!

Visita la nostra sede e saremo felici di offrirvi un caffè!

OESSE Ti aiutiamo a risparmiare energia!

Per tema trattato ti consigliamo di leggere il nostro blog:

Come risparmiare senza rinunciare alla bontà di un caffè espresso.
fb-share-icon
Share

 

COMUNITA' ENERGETICA CONDOMINI

COMPILA IL FORM E VERRAI RICONTATTATO

PER UNA CONSULENZA GRATUITA

 

CLICCANDO QUI